Attività Politica

Ministro Guerini boccia mia interrogazione su monumento caduti di Lissa, riveda la decisione

🦁 #Venezia: #Pretto (#Lega), Guerini boccia mia interrogazione su trasferimento monumento caduti battaglia #Lissa nella città lagunare. Ministro riveda decisione ⚓

🛳️ Roma, 6 gennaio – “Non sono assolutamente soddisfatto della risposta ottenuta dal Ministero della Difesa in merito alla mia richiesta di trasferire il monumento conosciuto come “Leone di Lissa”, ora situato all’interno dell’Accademia Navale di Livorno, nel capoluogo veneto. Le motivazioni addotte dallo stesso Ministero per il suo diniego sono assolutamente inefficaci: il fatto che tale monumento sia stato smontato e trasferito da Lissa (oggi Vis, in Croazia) a Livorno dopo la fine della Prima Guerra Mondiale non costituisce una motivazione sufficientemente valida. Auspico che il ministro Guerini possa rivedere questa sua decisione per compiere finalmente un atto di giustizia storica collocando il monumento nella città di Venezia, erede morale di una storia marinara millenaria a cui certamente appartengono molti fra i caduti di parte asburgica di Lissa. Ricordo che su di esso sono incisi i nomi di tanti marinai ed ufficiali veneti, friulani, istriani e dalmati, figli di quei territori che già fecero parte della Serenissima Repubblica di Venezia per poi essere ceduti all’impero austriaco.
Non a caso, diversi storici condividono l’idea per cui la battaglia di Lissa possa considerarsi effettivamente l’ultima vittoria navale della Serenissima. Dopo un esilio durato oltre un secolo, credo quindi che il “Leone di Lissa” debba tornare ad affacciarsi sul Mare Adriatico, teatro della battaglia per commemorare la quale fu edificato”.

Così il deputato vicentino Erik Pretto, primo firmatario dell’interrogazione presentata lo scorso ottobre al ministro Guerini e sottoscritta da tutti i deputati veneti della Lega.